La nuova Via della Seta: scambi e collegamenti fra mare e terra

La nuova Via della Seta: scambi e collegamenti fra mare e terra

È stata dedicata scarsa attenzione alla possibilità che la Cina, pur trasformandosi, rimanga profondamente diversa da noi.                                           L’America per sua natura non è attrezzata ad accettare una diversità così radicale”           
(Federico Rampini)

 

In questi di giorni in cui si susseguono notizie allarmate sulla diffusione nel mondo del coronavirus, ho pensato fosse interessante spostare l'attenzione dalla cronaca più recente a un progetto ormai avviato e che vedrà la Cina (assieme ad altri partner internazionali) impegnata per molti anni nello sviluppo di infrastrutture e di investimenti ingenti. Sto parlando della nuova Via della Seta.

Nel processo di sviluppo delle società contemporanee, infatti, il fattore tecnologico e l’interconnessione fra aree geografiche è sempre più importante.
Lo ha capito bene la Cina che ha progettato un piano di sviluppo ambizioso, che coinvolge numerosi paesi in varie parti del mondo e numerose città, fra cui anc...



Gentile lettore, questa pubblicazione è riservata ai soli utenti registrati. Se vuoi continuare a leggere la pubblicazione registrati gratis adesso oppure accedi con il tuo account personale.

Accedi