La salute finanziaria per la donna: il giusto bilanciamento nella gestione delle risorse

" La salute non è tutto. Ma senza salute tutto è niente." ( Arthur Schopenhauer)

Che cosa impedisce a una donna di occuparsi attivamente della gestione delle proprie risorse - o meglio, di occuparsi e gestire i propri soldi al di là delle quotidiane spese correnti?

Secondo studi condotti dal Museo del risparmio e dalla Consob, anche quando una donna può contare su entrate autonome, spesso non ha un conto intestato solo a se stessa, se è sposata o convive. Quando invece ha la possibilità di gestire in autonomia le proprie entrate o delega figure maschili familiari nella decisione o non prende decisioni in merito alle sue esigenze finanziarie.

Perché, anche se sembrerà strano, anche una donna ha esigenze finanziarie e, un po’ come avviene con i segnali del corpo che ci avvertono che qualcosa non va nel nostro equilibrio, nella nostra salute, anche per i nostri risparmi vale la stessa cosa. Ignorare le proprie esigenze finanziarie significa ignorare la propria salute finanziaria.

In una situazione come questa, causata dal coronavirus, fra i molti problemi con cui abbiamo dovuto fare i conti c’è stata sia la salute fisica e psicofisica, ma anche quella economica e finanziaria.

Quindi, mai come ora per una professionista come me che lavora accanto alle donne è importante capire quali siano le reali esigenze finanziarie di una donna e come soddisfarle.